Nuova tragedia dell’immigrazione: oltre 90 morti nel deserto del Niger

La ferale notizia giunta dal deserto del Niger ci porta di nuovo nel pieno del dramma dell’immigrazione. Ottantasette migranti, per lo più originari dalle aree meridionali nigerine, hanno trovato una tragica morte nella regione di Agadez.

I disperati hanno perso la vita per la sete, dopo che il camion su cui viaggiavano per raggiungere la città di Tamanrasset è rimasto bloccato nel deserto al confine con l’Algeria.

In base ai racconti dei ventuno superstiti, che hanno dato l’allarme, oltre un’ottantina di migranti viaggiava a bordo di due veicoli fuori strada partiti lo scorso 15 ottobre dal distretto di Arlit, nel nord del paese africano.

Dopo un guasto meccanico, i passeggeri, soprafatti dall’arsura, hanno abbandonato i veicoli per andare in cerca di acqua e si sono persi nel deserto, dove sono morti disidratati.

Le prime ricerche dell’esercito avevano permesso di ritrovare cinque corpi senza vita, ma all’appello mancavano ancora decine di dispersi, soprattutto donne, bambini e adolescenti, per lo più originari dalle località meridionali nigerine di Matamey e Kantié, situate nei pressi di Zinder, a circa 650 chilometri ad est della capitale Niamey.

I corpi decomposti o seccati dal sole di 87 di questi dispersi sono stati rinvenuti in un raggio di una ventina di chilometri dal luogo dove erano stato scoperti i primi cinque cadaveri.

Le vittime, 7 uomini, 32 donne e 48 bambini, non sono state trovate insieme, ma sparpagliate a piccoli gruppi, spesso composti da una donna e dai suoi figli, tutti piccolissimi.

Secondo il responsabile della ong Synergie Environnement, Selon Azaoua Mamane, su quei camion erano salite “famiglie intere, per questo fra loro c’erano tante donne e bambini”.

Peraltro, questa rotta migratoria nel nord del Niger viene battuta da almeno venti anni e dei morti tra i migranti spesso non si hanno notizie, poiché avvengono lontano dai riflettori dei media e delle autorità.

Nel frattempo, dopo il deludente esito del vertice europeo sull’immigrazione, il drammatico naufragio dell’isola dei Conigli, costato la vita ad almeno 350 migranti, rischia già di essere dimenticato fino al prossimo disastroso affondamento di una nave carica di disperati a due passi dalle nostre coste.

Il neonato Comitato 3 ottobre ha presentato alla Camera e al Senato una proposta di legge per istituire la “Giornata della memoria e dell’accoglienza” che dovrebbe essere celebrata ad ogni anniversario della strage di Lampedusa.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dal sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini, che l’ha definita “una bella e concreta testimonianza dell’impegno collettivo di quanti vogliono agire perché cambino le politiche dell’asilo e dell’accoglienza e tragedie simili non si debbano ripetere”.

Articoli correlati

Immigrazione in Italia, risorsa o minaccia?

Categorie: Immigrazione | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

African Arguments

Cercando l'Africa vera.... il blog di Marco Cochi

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

AFRICAN VOICES

Just another WordPress.com site

SguardiPersiani

L'Iran visto da fuori e da dentro......Il blog di Antonella Vicini

Farfalle e trincee

Tra crisi energetiche e crisi esistenziali

Africa is a Country

a site of media criticism, analysis and new writing

Café Africa

Conversations on a continent to be known

Il Ragazzo Geopolitico

Un sito di GloPolitica

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: