Burkina Faso, raggiunto accordo per governo di transizione

Il presidente di turno della Comunità economica dei paesi dell’Africa occidentale (Ecowas), John Mahama incontra il colonnello Isaac Zida

Cinque giorni dopo le rivolte che hanno fatto cadere il presidente Blaise Compaoré, le parti in causa nella crisi del Burkina Faso, riunite a Ouagadougou, hanno raggiunto un accordo che prevede la formazione di un governo civile e l’avvio di una transizione.

L’accordo raggiunto ieri, 5 novembre, è frutto di un’intensa giornata di trattative tra i militari che hanno preso il potere dopo la fuga di Compaoré e i rappresentanti politici, religiosi e della società civile, con la mediazione dei capi di Stato del Ghana, Senegal e Nigeria giunti nella capitale burkinabe in rappresentanza della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (Ecowas/Cedeao).

Tutte le parti hanno concordato il ristabilimento della Costituzione, sospesa dall’esercito, e hanno chiesto che la transizione si concluda nel novembre 2015 con le elezioni presidenziali e legislative e venga guidata da un’eminente personalità civile, che verrà designata nei prossimi giorni.

Su quest’ultimo punto, nel corso dei colloqui è emersa qualche incertezza in merito alla possibilità di un impasse sulla nomina del leader. Anche se il presidente di turno dell’Ecowas, il capo di Stato ghanese John Dramani Mahama, che ha condotto la mediazione assieme al nigeriano Goodluck Jonathan e al senegalese Macky Sall, ha spiegato “che a giorni, piuttosto che a  settimane, saremo in grado di raggiungere un accordo e insediare un  governo di transizione”.

Mahama, dopo aver incontrato il colonnello Isaac Zida, nuovo uomo forte del Burkina Faso, ha voluto sottolineare l’opportunità che i responsabili della transizione non si candidino alle prossime elezioni.

Oggi ad Accra è in programma un vertice straordinario della Cedeao/Ecowas dedicato alla crisi in Burkina Faso e alla diffusione dell’epidemia di Ebola nella regione.

 

Categorie: Politica | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

AfricanVoices

Just another WordPress.com site

SguardiPersiani

L'Iran visto da fuori e da dentro......Il blog di Antonella Vicini

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

Africa is a Country

a site of media criticism, analysis and new writing

Café Africa

Conversations on a continent to be known

Il Ragazzo Geopolitico

Un sito di GloPolitica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: