Malawi, il sogno di un paese senza l’incubo dell’Aids

“La giornata dedicata alla lotta all’Aids in Malawi è molto sentita e partecipata” scrive all’Agenzia Fides P. Piergiorgio Gamba, missionario monfortano che da decenni opera nel paese africano, in una nota sull’evento che si è tenuto in tutto il mondo il 1° dicembre. “L’obiettivo principale di tante discussioni e pianificazioni rimane Getting to Zero, a indicare la direzione che si vuole seguire: non più infezioni, non più morti a causa dell’Aids, non più discriminazioni”.

“Dal 1985, quando in Malawi era stato registrato il primo caso di Aids sono cambiate diverse situazioni e certamente sono migliorati i servizi di assistenza. Questa lotta purtroppo non solo non è terminata, ma è ancora in corso” continua p. Gamba.

La Commissione cattolica della Salute, a nome dei Vescovi del Malawi, ha fatto il punto della situazione sulla diffusione dell’Aids in occasione del cammino dell’Avvento: il 10.3% della popolazione del Malawi è sieropositivo (nel passato era il 16%); ci sono 1.100.000 sieropositivi tra cui 170.000 bambini; nel 2013 sono morte 48.000 persone a causa dell’Aids (170 morti al giorno); sono 790.000 gli orfani causati dalla malattia.

“Se consola la diminuzione della sieropositività tra i bambini (grazie alla grande campagna preventiva); se il numero dei morti è in diminuzione; se l’83% dei sieropositivi riceve le medicine antiretrovirali (rispetto al 63% del passato), l’80% della trasmissione del virus avviene all’interno della famiglia con una relazione stabile. Tra i giovani la diffusione della sieropositività è in crescita e più della metà dei sieropositivi sono donne dai 15 anni in su” commenta il missionario.

“Sono le famiglie che con la loro fedeltà vinceranno l’Aids o ne aumenteranno la diffusione. Il Sinodo per la Famiglia trova qui una grandissima necessità di impegno” rimarca p. Gamba che conclude: “un Malawi senza Aids sarebbe diverso: senza orfani, senza ospedali intasati al punto di non riuscire a curare gli ammalati, ma soprattutto con una generazione di cittadini capaci di contribuire al benessere del paese”.

Fonte: Agenzia Fides

icona_occhioVedi articolo originale
Categorie: Salute | Tag: , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

African Arguments

Cercando l'Africa vera.... il blog di Marco Cochi

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

AFRICAN VOICES

Just another WordPress.com site

SguardiPersiani

L'Iran visto da fuori e da dentro......Il blog di Antonella Vicini

Farfalle e trincee

Tra crisi energetiche e crisi esistenziali

Africa is a Country

a site of media criticism, analysis and new writing

Café Africa

Conversations on a continent to be known

Il Ragazzo Geopolitico

Un sito di GloPolitica

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: