Perché i migranti sfidano la morte per arrivare in Europa?

I circa 1.700 migranti morti dall’inizio dell’anno nel disperato tentativo di attraversare il Mediterraneo inducono a numerosi interrogativi. Primo tra tutti, quali sono le cause che spingono questa moltitudine di esseri umani a intraprendere un lungo ed estenuante viaggio per raggiungere l’Europa, con la consapevolezza di mettere a repentaglio la loro vita. Le motivazioni possono essere divise in due grandi categorie: i fattori di spinta, cioè interni al paese d’origine, e quelli di attrazione, presenti nei paesi di destinazione, quindi considerati esterni. Continua a leggere 

Categorie: Diritti umani, Immigrazione | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Kasava call

VULESSE VERE'

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

SguardiPersiani

L'Iran visto da fuori e da dentro......Il blog di Antonella Vicini

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Africa is a Country

a site of media criticism, analysis and new writing

Café Africa

Conversations on a continent to be known

Il Ragazzo Geopolitico

Un sito di GloPolitica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: