Sierra Leone, un anno dopo la fine di ebola

Nella Sierra Leone è trascorso un anno da quando il presidente Ernest Bai Koroma ha annunciato la fine dell’epidemia di ebola, ma molti sopravvissuti al virus mostrano ancora sintomi di stress post-traumatico, così come tanti membri delle squadre incaricate di raccogliere i corpi. Ma l’assistenza, la cura e la riabilitazione psicologica non sono state inserite dal governo tra le priorità del piano biennale di recupero post-ebola.

I contagiati sopravissuti che mostrano i sintomi del disturbo post-traumatico da stress, hanno necessariamente necessariamente bisogno di un intervento psicoterapeutico per facilitare l’elaborazione del trauma fino alla scomparsa dei sintomi d’ansia.

Nel paese africano, però, i pazienti che presentano i segni di questo stato di sofferenza psicologica non sono adeguatamente curati. Mancano infatti le strutture di supporto, mentre per una popolazione che supera i 6 milioni di abitanti ci sono solo 21 infermieri qualificati nella cura dei disturbi mentali e un unico specialista di psichiatria geriatrica.

Oltre ai sopravvissuti all’ebola, un pesante fardello psicologico grava anche su molti degli operai che facevano parte delle squadre che avevano l’ingrato compito di passare di casa in casa per raccogliere i morti e tumularli nei cimiteri. Queste squadre spesso raccoglievano fino a 15 corpi in un giorno e il lavoro era emotivamente traumatico e fisicamente impegnativo…

** Continua la lettura su Nigrizia.it →

Categorie: Salute | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

ENDangered Peoples News

We must talk about it

The African Jihad

Unique perspectives and analyses on Africa's major terrorist organisations

Sahel-Elite (Bamako-Mali)

Intelligence. Comprehensive approach, analysis and security capabilities.Mali-Sahel Region

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: