I fattori di instabiltà nella zona dei tre confini del Sahel

BarkhaneLa cosiddetta zona dei tre confini tra Mali, Burkina Faso e Niger, sta diventando sempre più instabile sotto la minaccia dei gruppi fedeli ad al-Qaida, riunitisi sotto la sigla Jama’at Nusrat al-Islam wal Muslimeen. L’insicurezza nell’area è alimentata anche dalla presenza dello Stato islamico nel Grande Sahara, guidato dall’emiro Adnan Abu al-Walid al-Sahrawi, che negli ultimi mesi si è più volte scontrato con gli ex ribelli dell’alleanza tuareg.

Quest’ultimo gruppo, che cerca di estendere l’influenza dell’ex Califfato nel Sahel, negli ultimi mesi si è più volte scontrato con gli ex ribelli del Movimento per la salvezza dell’Azawad e del Gruppo di autodifesa tuareg Imghad e alleati (Gatia), due formazioni tuareg contrarie all’attuazione del processo di pace avviato nel giugno 2015 tra il governo di Bamako e il Coordinamento dei movimenti dell’Azawad (Cma).

Come testimonia la dichiarazione congiunta pubblicata sulla pagina Facebook del Gatia, gli ultimi combattimenti contro il gruppo di al-Sahrawi si sono registrati la settimana scorsa nell’area di Tinzouragan e In-Delimane, situata nella regione settentrionale maliana di Gao vicino ai confini nigerini. L’alleanza tuareg ha riferito di aver ucciso cinque jihadisti, tra i quali Djibo Hamma, uno dei comandanti dell’emanazione del Gruppo Stato islamico nel Sahara. Alla base di tali scontri, oltre all’atavica rivalità tra tuareg e peul (o fulani), c’è il controllo dei traffici di droga, armi e migranti in transito nel nord del Mali e il dominio dei territori abbandonati da governo di Bamako…

** Continua la lettura su Nigrizia.it →

Categorie: Terrorismo | Tag: , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “I fattori di instabiltà nella zona dei tre confini del Sahel

  1. Pingback: Il tragico bilancio di un anno di attacchi terroristici in Africa | AfroFocus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

The African Jihad

Unique perspectives and analyses on Africa's major terrorist organisations

Sahel-Elite (Bamako-Mali)

Intelligence. Comprehensive approach, analysis and security capabilities.Mali-Sahel Region

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: