La nuova cooperazione strategica e militare Cina-Africa

Mentre aumenta l’export cinese degli armamenti in Africa, a Pechino si è concluso il primo Forum Difesa e Sicurezza tra i due blocchi, al quale hanno preso parte alti esponenti dell’esercito e dei dipartimenti della Difesa di 49 paesi africani. Le due settimane di lavori sono state scandite da incontri, riunioni bilaterali e confronti con analisti ed esperti di strategia militare per rafforzare la cooperazione strategica e militare sino-africana.

«È tempo di approfondire la cooperazione in materia di difesa e sicurezza tra Cina e Africa ed elevare i legami militari tra i due blocchi». Con queste parole, il portavoce del ministero della Difesa cinese Ren Guoqiang, lo scorso 26 giugno ha aperto il primo Forum di Difesa e Sicurezza Cina-Africa. Il Forum si è tenuto a Pechino per due settimane sotto la supervisione del ministero della Difesa nazionale cinese, che ha riunito i rappresentanti della Repubblica popolare cinese e i delegati dell’Unione africana per discutere di numerosi temi.

Il summit si è soffermato in particolare sulle relazioni militari sino-africane nella nuova era di comune intesa tra l’Africa e la seconda potenza economica al mondo. Per questo, è stato caratterizzato da una serie di incontri, riunioni bilaterali tra gli Stati, approfondimenti e confronti con analisti ed esperti di strategia militare. Da evidenziare, che nel corso delle due settimane, le delegazioni africane hanno visitato basi militari e impianti dell’industria cinese della Difesa, per rafforzare le relazioni in un settore nel quale Pechino figura già come un importante fornitore di equipaggiamenti a molti paesi africani.

Il dinamismo della Cina in materia di sicurezza in Africa è confermato dalle stime dell’International Peace Research Institute (Sipri) di Stoccolma, secondo cui, tra il 2008 e il 2017, Pechino ha aumentato dell’8,1% il suo export militare nel continente e ha costruito caserme e centri d’addestramento. Secondo gli ultimi dati disponibili del Registro delle armi convenzionali delle Nazioni Unite (Unroca), nel 2013, la Cina ha esportato 24 carri armati in Tanzania e 30 nel Ciad. I veicoli corazzati venduti ai due paesi africani sono i VT4 (anche chiamati MBT-3000 o Hyder), veicoli di terza generazione avanzata, sviluppati dalla China North Industries Corporation, meglio nota come NORINCO, e destinati principalmente al mercato estero.

I cinesi hanno anche esportato aerei da combattimento come il JF-17 Thunder e droni in Nigeria, Tanzania, Zambia, Bolivia, Namibia, Zimbabwe e Ghana. Mentre, sempre secondo l’UNROCA, Marocco, Congo, Ghana, Sudan, Camerun, Tanzania, Niger, Rwanda e Sud Sudan hanno importato dalla Cina sistemi missilistici anti-carro Red Arrow 9 e sistemi di artiglieria calibro 155 mm con proiettili laser GP6, che sono stati utilizzati durante i conflitti in Congo e Sud Sudan…

** Continua la lettura su Nigrizia.it →

Categorie: Cina, Sicurezza | Tag: , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

ENDangered Peoples News

We must talk about it

The African Jihad

Unique perspectives and analyses on Africa's major terrorist organisations

Sahel-Elite (Bamako-Mali)

Intelligence. Comprehensive approach, analysis and security capabilities.Mali-Sahel Region

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: