Sud Sudan, violenze e abusi soffocano le speranze di pace

Una serie di rapporti pubblicati nei giorni scorsi dalla Unmiss, Ohchr, Unicef, Hrw e London School of Hygiene and Tropical Medicine confermano che, malgrado il trattato di pace firmato il 12 settembre, la guerra civile in Sud Sudan non si ferma. I report indicano che nel martoriato paese africano continuano gli abusi, i rapimenti, l’arruolamento forzato di bambini soldato e di bambine costrette a diventare schiave sessuali. Continua a leggere

Categorie: Conflitti, Diritti umani | Tag: , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Sud Sudan, violenze e abusi soffocano le speranze di pace

  1. Le due popolazioni infatti temevano che il prosciugamento delle paludi e l’ostacolo costituito dal canale alle migrazioni delle mandrie di bestiame avrebbero sconvolto i tradizionali modi di vita, senza benefici reali per i loro interessi. Il canale comportava la riduzione delle pozze attorno alle quali le mandrie si radunavano per bere durante la stagione secca. Inoltre la regione meridionale rifiutava di vedere le risorse del Sud nuovamente sfruttate a vantaggio del Nord. Nonostante questa opposizione, il progetto stato portato a termine, anche se poi stato abbandonato. Solo l’accordo di pace di Nairobi del 2005, che ha posto “fine” alla lunghissima guerra Nord contro Sud, ha permesso che le acque del Nilo diventassero percorribili, a vantaggio della popolazione, almeno per il trasporto dei rifornimenti e dei soccorsi umanitari. Un altro aspetto relativo all’ingerenza da parte degli attori internazionali riguarda il supporto militare che il Sudan ha ricevuto a partire dagli anni Ottanta da Stati Uniti, Cina, Iran e Russia. Il supporto della Cina sembra essere stato particolarmente intenso con l’importazione di carri armati, artiglierie e velivoli. Questo potente rifornimento ha causato stravolgimenti impressionanti: oltre all’inevitabile violenza che si accresciuta nelle regioni sudanesi, le popolazioni coinvolte nella distribuzione di armi hanno visto progressivamente cambiare le proprie abitudini e forme di vita rituale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

SguardiPersiani

L'Iran visto da fuori e da dentro......Il blog di Antonella Vicini

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known

Il Ragazzo Geopolitico

Un sito di Geopolitica, Politica Internazionale e Global Thinking

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: