Negli ultimi 10 anni sestuplicati gli attacchi jihadisti in Africa

Il Centro di studi strategici sull’Africa (Acss) ha monitorato l’ultimo decennio di episodi violenti ad opera dei diversi gruppi militanti islamici attivi in Africa. La raccolta dei dati fornisce precise informazioni sull’evoluzione operativa di questi movimenti estremisti nell’ultima decade, che si rivelano assai utili per capire l’entità del fenomeno del terrorismo nel continente e la crescente minaccia rappresentata da questi gruppi.

Nella sua analisi l’Acss evidenzia come l’attività dei gruppi islamisti africani ha registrato un decennio di crescita quasi ininterrotta, sebbene il centro di questa attività si sia spostato nel corso del tempo, come dimostrato dal fatto che i gruppi jihadisti che operano nel Sahel, nel bacino del Lago Ciad e in Mozambico hanno realizzato il maggiori aumento degli attacchi nell’ultimo anno.

I dati raccolti dal Centro studi statunitense evidenziano:

  • Un balzo in avanti del 31% degli eventi violenti che hanno coinvolto gruppi islamici militanti in Africa nei dodici mesi che vanno dal 1 luglio 2019 al ​​30 giugno 2020. Una percentuale che fa riferimento ai 4.161 attacchi registrati nel periodo preso in esame e che si rivela molto preoccupante, poiché per la prima volta gli attacchi hanno superato quota 4mila e sono aumentati di sei volte rispetto al 2011, quando sono stati 693.
  • L’aumento dell’attività militante del gruppo islamista in Africa è riconducibile all’incremento in quattro dei cinque principali teatri di attività estremiste violente in Africa: la Somalia, il bacino del Lago Ciad, il Sahel occidentale e il Mozambico. Il Nord Africa è l’unico teatro che ha registrato un declino degli attentati, confermando una tendenza in atto dal 2015.
  • Il Sahel ha censito l’escalation più drammatica della violenza dalla metà del 2017. Gli eventi violenti legati ai gruppi che hanno formato la coalizione di Jama’at Nusrat al Islam wal Muslimin (Jnim) e allo Stato islamico nel Grande Sahara (Isgs) sono cresciuti in totale di quasi sette volte: da 147 eventi a 999 eventi per i dodici mesi presi in esame. La maggior parte degli attacchi violenti nel Sahel nel 2020 sono avvenuti in Burkina Faso (516 contro 361 in Mali e 118 in Niger).
  • Il bacino del Lago Ciad ha visto quasi raddoppiare l’attività dal giugno 2017 (da 506 eventi a 964). Di fronte a una minaccia relativamente nuova, il Mozambico ha registrato un aumento di quasi sette volte (da 39 eventi nel 2018 a 306 nei dodici mesi antecedenti al 30 giugno 2020).
  • Le vittime dichiarate legate a gruppi islamici militanti in Africa sono aumentate del 26% (12.507 contro le 9.944 dell’anno precedente). Ciò pone fine a un triennio anni di relativo stallo nel numero delle vittime totali legate all’attività dei gruppi islamici militanti in Africa. Gran parte di questo aumento è riconducibile all’incremento della violenza nel Sahel (4.404 contro i 1.538 morti dell’anno precedente). Il Mozambico, nel frattempo, ha registrato il più grande aumento in percentuale dei decessi nell’ultimo anno (219).
  • Mentre è ancora il gruppo islamista militante più attivo in Africa, al Shabaab nell’ultimo anno ha causato il 17% di vittime in meno, proseguendo la tendenza al ribasso registrata nell’ultimo biennio.
  • Le linee di tendenza rivelano anche un’espansione della violenza contro i civili. Gli attacchi di gruppi islamici militanti contro i civili sono aumentati del 47% da giugno 2019. La violenza contro i civili rappresenta ora il 31% dell’attività del gruppo islamista militante in Africa rispetto al 17% nel 2017. Nell’ultimo anno, la maggior parte degli attacchi contro i civili è avvenuta in Mozambico (78%), seguito dal bacino del Lago Ciad e dal Sahel (rispettivamente 42% e 36%).

Fonte: Africacenter.org

Categorie: Terrorismo | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

ENDangered Peoples News

We must talk about it

The African Jihad

Unique perspectives and analyses on Africa's major terrorist organisations

Sahel-Elite (Bamako-Mali)

Intelligence. Comprehensive approach, analysis and security capabilities.Mali-Sahel Region

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: