Ambiente

Il cambiamento climatico aumenta il rischio guerre in Africa

Un nuovo studio pubblicato su Science rileva che l’aumento delle temperature e il cambiamento dei modelli idrici di riferimento sono tra i principali fattori destabilizzanti in grado di aumentare il rischio di conflitti in Africa. Il report è stato realizzato da Tamma Carleton e Solomon Hsiang, due ricercatori del dipartimento di Economia agraria e delle risorse territoriali dell’Università californiana di Berkeley, che hanno tratto le loro conclusioni sulla base dell’analisi statistica dei dati provenienti da un report del 2009. Continua a leggere

Categorie: Ambiente, Conflitti | Lascia un commento

Africa, raro caso di mutualismo tra uomini e animali selvatici

In Mozambico i cercatori di miele possono contare su dei piccoli preziosissimi aiutanti: gli indicatori golanera. Sono piccoli uccelli dell’Africa sub-sahariana imparentati con i picchi, e il loro nome inglese, greater honeyguide (“grande guida del miele”), svela subito come si rendano utili indirizzando i cercatori di miele verso gli alveari più nascosti. Aiuto ricompensato dai cercatori dando agli honeyguide la possibiltà di accedere alla deliziosa cera di cui sono ghiotti e che riescono a digerire. Continua a leggere

Categorie: Ambiente | Tag: , , , | Lascia un commento

Climate change: la grande sfida dell’Africa

Come era prevedibile, il Vertice Cop21 di Parigi ha fortemente interessato il continente meno responsabile del cambiamento climatico e il più vulnerabile ai suoi effetti: l’Africa. Nel corso dei lavori della Conferenza internazionale sul clima è più volte emerso, che se non si adottano efficaci rimedi nel breve termine, il climate change continuerà a colpire con estrema durezza la regione rendendo più secca la gran parte dei terreni africani coltivabili e incidendo in maniera molto negativa sul settore agricolo. Continua a leggere

Categorie: Agricoltura, Ambiente | Tag: , , , | Lascia un commento

Land grabbing, habitat a rischio in Africa centrale

Una seria minaccia sta interessando l’habitat delle grandi scimmie nell’Africa centrale. A lanciare l’allarme è Greenpeace Africa che, attraverso alcune immagini satellitari, dimostra come per far spazio a piantagioni industriali siano già stati distrutti più di tremila ettari di foresta pluviale, al confine con la riserva faunistica di Dja, dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco e situata nell’estrema regione meridionale del Camerun. Continua a leggere

Categorie: Ambiente, Land grabbing | Tag: , , , , | Lascia un commento

Gabon, dopo 20 anni documentata la presenza di un leone

Quando i ricercatori dell’ong statunitense Panthera, impegnata nella conservazione dei felini selvatici e dei loro ecosistemi, hanno osservato le immagini riprese dalle due telecamere nascoste installate nel Batéké Plateau National Park, in Gabon, per riprendere gli scimpanzé non credevano ai loro occhi: le sorprendenti immagini ritraevano la presenza di un leone maschio (Panthera leo), dichiarato ormai “localmente estinto”.

Continua a leggere

Categorie: Ambiente | Tag: , , , | Lascia un commento

Dopo 12 anni ritrova i gorilla con cui era cresciuta

Dopo dodici anni di attesa, Tansy Aspinall ha riabbracciato i due gorilla con cui era cresciuta. Il primo incontro tra Tansy, che all’epoca aveva appena 18 mesi, e i due primati era avvenuto in Inghilterra all’interno dell’Howlett Wild Animal Park nel Kent, il giardino zoologico gestito dal padre di Tansy, Damian. La ragazza, oggi 25enne designer di gioelli, diventò famosa quando furono diffuse alcune foto che la ritraevano giocare con i gorilla Djalta e Bims. Nelle immagini, Tansy veniva cullata tra le braccia dei primati, che scambiavano carezze e baci con la piccola. Continua a leggere

Categorie: Ambiente | Tag: , , , , | Lascia un commento

Kendall Jones, la cacciatrice che ha indignato la rete

kendall-jones-rhino-lionSi chiama Kendall Jones, dalle foto sembra una diciannovenne spensierata: la classica cheerleader originaria del giustizialista Texas, che conscia della sua avvenenza e del suo privilegiato status sociale guarda spavalda e sorridente a un radioso futuro. Meglio così, perché in un mondo dove i giovani faticano tanto a trovare un lavoro e una propria identità, vedere le immagini di una ragazza allegra e sicura di se potrebbe servire a incoraggiare tanti suoi coetanei meno fortunati di lei. Continua a leggere

Categorie: Ambiente | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Benvenuti nella nuova era geologica: l’Antropocene

Abbiamo cambiato era geologica, siamo nell’Antropocene. L’aumento della temperatura del globo, l’impoverimento dello strato di ozono, lo scioglimento dei ghiacciai, l’innalzamento dei livelli dei mari, l’acidificazione degli oceani, sono causati dai cambiamenti climatici provocati in breve tempo dallo sfruttamento dell’ecosistema. 14 anni fa, il premio Nobel per la chimica Paul Crutzen disse «Non siamo più nell’ Olocene ma nell’Antropocene!»[1]. Da allora, molti scienziati cominciano a pensarla allo stesso modo. Continua a leggere

Categorie: Ambiente | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Un codice etico contro il land grabbing

Poco più di un mese fa la Coca-Cola Company ha aderito all’appello lanciato da Oxfam e sottoscritto da 225mila consumatori della bevanda analcolica più diffusa nel mondo, per garantire il rispetto dei diritti sulle terre delle comunità di piccoli agricoltori nei paesi in via di sviluppo. L’azienda di Atlanta renderà pubblici i nomi dei tre maggiori fornitori di canna da zucchero da cui si serve e si impegnerà attivamente nelle sedi internazionali a sostenere l’adozione di pratiche volte a contrastare il land grabbing. Continua a leggere

Categorie: Agricoltura, Ambiente | Tag: , , | Lascia un commento

Il cambiamento climatico frena lo sviluppo dell’Africa

Le ultime stime del possibile impatto del riscaldamento globale indicano che gran parte del continente africano diventerà più arida e nel suo insieme sperimenterà una maggiore variabilità climatica. Tutto questo, nonostante l’Africa abbia contribuito in misura quasi irrisoria allo storico accumulo dei gas a effetto serra (GHGs). Il cambiamento climatico ha colpito con estrema durezza il continente nero minando alla base il suo vulnerabile settore agricolo. Continua a leggere

Categorie: Ambiente, Sviluppo | Tag: , , , | 1 commento

Blog su WordPress.com.

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known