Archivio dell'autore: Afrofocus

Il baricentro operativo dell’Isis si sta spostando in Africa

Un nuovo report del centro di analisi geopolitica Critical Threats ha esaminato l’espansione dello Stato Islamico in tutte le regioni dell’Africa, dove i gruppi affiliati continuano a minacciare la sicurezza e aumentare il controllo nelle aree rurali di vari paesi. La situazione più critica si registra nel Sahel, dove se non saranno respinti, i jihadisti in tempi brevi potranno stabilire un nuovo proto-stato, sul modello di quello che istituì l’Isis in Siria e in Iraq. Continua a leggere

Categorie: Terrorismo | Lascia un commento

La mia partecipazione a Radio3 Mondo per l’Internet Day

Oggi si celebrano i 50 anni anni dalla prima trasmissione dati attraverso la rete Arpanet tra i computer della Ucla e quelli dello Stanford Research Institute di Menlo Park. L’invio di quei pochi bit di informazioni tra i due Atenei californiani ha aperto la strada a una delle più grandi invenzioni dell’umanità: Internet. E questa mattina sono stato ospite in studio di Radio3 Mondo per parlare dello straordinario impatto che ha avuto sull’Africa. Continua a leggere

Categorie: Interviste, Nuove tecnologie | Lascia un commento

Relazione sull’emergenza droga in Africa sub-sahariana

Sul nuovo numero dell’Osservatorio Strategico del CeMiSS ho pubblicato un’analisi sull’evoluzione e le tendenze del traffico e del consumo di stupefacenti in Africa sub-sahariana. La relazione spiega come il problema sia diventato una delle principali emergenze della macroregione, anche se sui sequestri di droghe mancano ancora dati affidabili, che consentirebbero di quantificare il reale flusso di narcotici che passano per l’Africa. Continua a leggere

Categorie: Traffici illeciti | Tag: , | Lascia un commento

Elezioni Togo: Jean-Pierre Fabre sfiderà ancora Gnassingbé

Il principale partito d’opposizione del Togo ha selezionato il candidato per le elezioni presidenziali del 2020. Il 67enne Jean Pierre Fabre sfiderà per la terza volta Faure Gnassingbé, in carica dal 2005. Le opposizioni temono nuove tensioni sociali con l’avvicinarsi del voto e per Fabre non sarà facile porre fine a più di 52 anni di potere della dinastia Gnassingbé, che adesso beneficia del supporto del Fondo monetario internazionale. Continua a leggere →

Categorie: Politica | Lascia un commento

L’insorgenza jihadista sta destabilizzando il Burkina Faso

Nelle ultime settimane, il nord del Burkina Faso è stato oggetto di ripetuti attacchi jihadisti con decine di vittime, evidenziando che i gruppi armati cercano di consolidare la loro presenza nell’area. Una minaccia che non è più possibile sottovalutare, visto che il Burkina confina con altri sei paesi dell’Africa occidentale e l’instabilità potrebbe consentire ai terroristi di espandere il loro raggio d’azione verso gli Stati del Golfo di Guinea. Continua a leggere →

Categorie: Terrorismo | Tag: , | Lascia un commento

Lo scempio delle ‘baby factory’ nella Nigeria meridionale

Dopo che ad aprile dello scorso anno, in un’operazione condotta dalla polizia di Lagos furono salvati 160 bambini, la scorsa settimana 19 ragazze sono state liberate dalle cosiddette “baby factory”, un’attività criminale fiorita sfruttando giovani donne in condizioni di disagio sociale e povertà estrema. Purtroppo, varie cause sono all’origine della diffusione di questi orridi centri per la vendita di bambini nella Nigeria meridionale. Continua a leggere →

Categorie: Nigeria, Traffici illeciti | Tag: , | Lascia un commento

Guinea, dieci anni senza giustizia per il massacro allo stadio

Il 28 settembre di dieci anni fa, mentre la Guinea Conakry celebrava il cinquantunesimo anniversario dell’indipendenza, i béret rouge della guardia presidenziale uccisero 157 persone che si erano radunate nello stadio della capitale per protestare contro la candidatura del capitano Dadis Camara alle elezioni presidenziali. Trascorsa una decade ancora si attende l’apertura di un processo, che possa assicurare alla giustizia i responsabili del massacro. Continua a leggere →

Categorie: Diritti umani | Tag: | Lascia un commento

Le chimeriche previsioni dell’Fmi sulla crescita del Malawi

Secondo le previsioni del Fondo monetario internazionale, quest’anno l’economia del Malawi crescerà del 4,5% e a medio termine la crescita potrebbe arrivare al 7%. Dati che stridono con la realtà di un paese in cui mancano beni essenziali come il cibo e l’elettricità, mentre il debito estero alla fine del 2018 è arrivato alla cifra record di 1,57 trilioni di kwacha (2,14 miliardi di dollari). Ma su cosa si basano le chimeriche prospettive dell’Fmi? Continua a leggere →

Categorie: Economia | Tag: , , | Lascia un commento

Hrw: migliaia di bambini nigeriani detenuti per Boko Haram

Un nuovo rapporto di Human Rights Watch documenta come le autorità nigeriane hanno arrestato migliaia di bambini, alcuni di solo cinque anni, spesso con prove inesistenti che li collegano ai terroristi di Boko Haram. Molti di essi sono stati detenuti per anni, in condizioni disumane, picchiati e umiliati dai soldati dell’esercito nigeriano e dai membri della Task force civile dello stato di Borno. Ma i vertici militari di Abuja respingono le accuse al mittente. Continua a leggere →

Categorie: Diritti umani, Terrorismo | Tag: | Lascia un commento

La disputa Cina-Stati Uniti avrà pesanti ricadute sull’Africa

Lo scontro sul commercio internazionale tra le due maggiori economie mondiali rallenta l’economia globale e produrrà serie ripercussioni sulle economie di molti paesi in via di sviluppo, che intrattengono rapporti commerciali con la potenza asiatica. In primis, su molti paesi africani, che dopo aver beneficiato di un ingente flusso di merci e di capitali cinesi potrebbero subire un drastico rallentamento delle prospettive di crescita. Continua a leggere 

Categorie: Commercio | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.

Sahel-Elite (Bamako-Mali)

Intelligence. Comprehensive approach, analysis and security capabilities.Mali-Sahel Region

Omnes...oltre i confini onlus

Associazione senza fini di lucro, apartitica e laica, promuove e svolge attività di cooperazione e di educazione allo sviluppo in favore delle popolazioni in condizioni di disagio o vittime di guerra.

Le Urla dal Silenzio

La speranza non può essere uccisa per sempre.

Farfalle e trincee

Viaggi e Storie sulla Via della seta

Café Africa

Conversations on a continent to be known